Home » I Misteri della Pubertà Precoce

I Misteri della Pubertà Precoce

by WikiStero.com

This post is also available in: Français English Español

Sempre più giovani pazienti consultano i medici sulla pubertà precoce. Alcuni non hanno nemmeno 6 anni. Le cause di questa malattia, che possono portare ad un ritardo della crescita, rimangono poco comprese.

Elodie, 7 anni visita il suo pediatra ogni mese per un’iniezione per rallentare lo sviluppo del suo corpo. I suoi genitori hanno accettato questo trattamento ormonale, somministrato anche ai pazienti affetti da tumore alla prostata. Elodie sta vivendo quella che si chiama la pubertà precoce, una disfunzione ormonale trovata in sempre più bambini. Che cosa è veramente? È una situazione di allarme nella Svizzera romanda?

“Nei miei appuntamenti negli ultimi anni ho visto un aumento dei bambini di 6-8 anni di età con segni di pubertà precoce, in alcuni casi rari i bambini hanno solo 5 anni,”

nota Valérie Schwitzgebel, professoressa ordinario dell’Unità Endocrinologica e Diabete Pediatrica presso gli Ospedali Universitari di Ginevra (HUG).

pubblicità sponsorizzata:

Gli specialisti differenziano due gruppi di pubertà precoce. La pubertà precoce centrale (CPP) è l’insorgenza precoce, a volte associata a una lesione, nell’asse ipotalimico pituitario (che controlla le secrezioni ormonali). La pubertà precoce periferica è uno sviluppo precoce isolato ai seni o ai capelli senza crescita accelerata o maturazione ossea.

Rischi di cancro al seno

La pubertà precoce centrale è otto volte più comune nelle ragazze che nei ragazzi. Sotto gli 8 anni, queste bambine mostrano segni di sviluppo del seno, peli pubici e età ossea avanzata che conducono all’arresto della crescita prematuratamente. “Prima di qualsiasi trattamento, controlliamo possibili tumori cerebrali con una RM e facciamo una valutazione ormonale”, spiega Franziska Phan-Hug, dottoressa associato all’ospedale universitario di Lausanne (CHUV) e specialista in endocrinologia pediatrica.

I farmaci sono suggeriti solo quando la pubertà precoce centrale si dimostra essere presente. “Vediamo sempre più pazienti al CHUV con segni di pubertà precoce ma solo pochi casi sono trattati con un agonista ormonale chiamato GnRH“, dice il medico.

La crescita è una grande preoccupazione nelle famiglie. “Abbiamo deciso di seguire il trattamento perché abbiamo paura che Elodie non sarà nemmeno alta 1,5 metri in età adulta”, spiega sua madre, che ha avuto un vero shock quando la diagnosi è stata data. Il trattamento dovrebbe permettere di crescere da 2 a 10 centimetri. Valérie Schwitzgebel dagli HUG insiste sull’importanza di monitorare questi bambini:

“I trattamenti ormonali devono essere presi in tempo”.

Tuttavia la statura non è l’unico problema: c’è anche una discrepanza tra il corpo e la mente. Questi bambini soffrono della loro diversita rispetto i loro coetanei. “Avere il ciclo a 8 anni può essere molto inquietante e una menarca precoce (il primo ciclo mestruale) aumenta il rischio di cancro al seno”, aggiunge Valérie Schwitzgebel.

Disgregatori endocrini in causa

Anche se i casi di pubertà precoce centrale rimangono rari e si verificano in circa 1 su 5.000-10.000 bambini, i casi di pubertà precoce periferica sono molto più frequenti. Ma in Svizzera non esistono statistiche.

“Vedo sempre più ragazze di età inferiore a 8 anni con il seno sviluppato.Questi sintomi di pubertà periferica iniziano velocemente ma in genere si evolvono lentamente, spiega Franziska Phan-Hug. Il periodo delle mestruazioni rimane normale. Alla fine spesso, aiutiamo solo a prolungare la pubertà. Questi casi sono più numerosi, ma la situazione non è necessariamente preoccupante se la possibilità di una pubertà precoce centrale può essere eliminata. È ancora importante rimanere vigili su potenziali fattori che contribuiscono ad esempio i disgregatori endocrini o l’obesità”.

I casi di pubertà precoce – periferica e centrale – sembrano essere aumentati in tutti i paesi industriali negli ultimi 15-20 anni per motivi ancora da comprendere. L’obesità può essere parzialmente responsabile perché il tessuto adiposo induce squilibri ormonali. Alcune sostanze sono anche ritenute responsabili, vale a dire disgregatori endocrini (pesticidi, bisfenolo A, ftalati, ecc.) che influenzano l’equilibrio ormonale e micro inquinanti nell’acqua potabile.

“Non abbiamo ancora i mezzi per valutare l’impatto ambientale sulla pubertà precoce, ma dobbiamo sempre fornire questionari che a volte rivelano elementi interessanti. Ad esempio, c’era una ragazza di 5 anni cosparsa di olio di lavanda che mostrava lo sviluppo del seno. Quando questo olio è stato tolto, il problema è stato risolto. Consiglio alle famiglie di evitare i prodotti chimici il più possibile e di controllare il peso del bambino “

Ricorda Valérie Schwitzgebel, che ha tuttavia confermato l’incertezza che ancora circonda questa condizione.

 

Fonte

0 comment

Lascia un commento

FREE COACHING