Nolvadex

This post is also available in: frFrançais enEnglish esEspañol

MolecolaTamoxifen Citrate
Somministrazioneorale
Categoriapotente anti-estrogeno. SERM
Effetti positivievita ginecomastia, diminuisce la ritenzione idrica e dei grassi. PCT
Effetti negativipuò diminuire i guadagni di massa
Dosida 20 a 40 mg al giorno sono sufficienti

nolvadex1-1024x768__24538_zoom__81241_zoom
Questo anti-estrogeno viene assunto per via orale e si combina perfettamente con Proviron durante un supporto farmaco durante il trattamento con steroidi a causa della complementarietà di questi due prodotti.

A differenza di Proviron, che è un anti-aromatico, Nolvadex blocca l’estrogeno evitandolo di attaccarsi ai recettori degli estrogeni (SERM).

Nolvadex è spesso usato durante la PCT (Post Cycle Therapy o recupero), combinato con Clomid per esempio, per riavviare la produzione di testosterone nei testicoli.

 

Nolvadex: Storia

Alla fine degli anni ’50, le aziende farmaceutiche stavano attivamente cercando una nuova classe di composti anti-estrogeni nella speranza di sviluppare una pillola contraccettiva del giorno successivo.

L’endocrinologo Arthur L Walpole ha diretto un gruppo di ricerca presso ICI Pharmaceuticals.

E’ lì nel 1966 che Dora Richardson, membro del team di ricerca, ha sintetizzato per la prima volta il Tamoxifen, noto anche come ICI-46, 474.

Walpole ed i suoi colleghi hanno depositato un brevetto britannico coprendo il composto nel 1962, ma le protezioni del brevetto sono state ripetutamente negate negli Stati Uniti.

Tamoxifen ha finalmente ricevuto l’autorizzazione all’immissione in commercio come trattamento per la fertilità, ma non si è rivelato utile per la contraccezione umana.

 

Nolvadex: Studi Clinici

Il primo di questi studi clinici si è svolto presso il Christie Hospital in Manchester nel 1971 e ha mostrato risultati convincenti come trattamento per il cancro avanzato al seno.

Lo sviluppo del Tamoxifene è stato ulteriormente avanzato da un altro studio clinico condotto dal professor Harold. W.C. Ward all’ospedale Queen Elizabeth di Birmingham.

Nolvadex D tab 20 mge91f6020-4c9f-4024-aa4a-9faa0009b2ff.GIF

Lo studio di Ward ha portato risultati persuasivi per l’utilizzo del farmaco a dosi più alte.

 

Seguendo questo studio e gli importanti risultati che ha rivelato, nel 1973 Walpole convinse ICI Pharmaceuticals circa l’importanza del Tamoxifen nel mercato dei trattamenti del cancro avanzato al seno.

Infine, nel 1977, il brevetto atteso da molti seguì negli Stati Uniti.

Ma Tamoxifen era in concorrenza con altri agenti ormonali in un mercato relativamente piccolo e non era clinicamente o finanziariamente notevole.

Il primo studio è stato pubblicato nel 1980 dimostrando che Tamoxifen con la chemioterapia migliora notevolmente la sopravvivenza dei pazienti nelle prime fasi del cancro al seno.

Gli effetti benefici del Tamoxifen per i recettori degli estrogeni non sono ancora noti.

Considerando i suoi effetti collaterali “lievi”, molti studi clinici saranno condotti.

Non è prima del 1998 che un serio rapporto dell’Università di Oxford ha dimostrato definitivamente che il Tamoxifen ha salvato vite, sia durante le fasi iniziali o avanzate del cancro al seno.

Ad oggi, Tamoxifen è stato usato per il trattamento di numerosi disturbi.

Oltre ai trattamenti steroidi, che verranno discussi in dettaglio in seguito, Tamoxifen è usato per contrastare la precoce pubertà (nota come sindrome di McCune Albright).

 

Nolvadex e Steroidi Anabolizzanti

Tamoxifen è più efficace come trattamento di supporto ad un ciclo di steroidi. Previene l‘aromatizzazione dello steroide e ti avvisa degli effetti collaterali peggiori, come la ginecomastia.

culturista usando steroidi anabolizzanti

Durante i cicli di steroidi, Nolvadex è usato da bodybuilder sensibili all’accumulo di estrogeni.

L’accumulo di estrogeni può causare vari problemi, tra cui la ginecomastia (sviluppo del seno maschile), grasso sottocutaneo e ritenzione idrica.

Dovresti sapere che l’aromatizzazione dei sintomi precedenti è il problema numero uno dell’uso di steroidi.

Essi provocano la cosiddetta femminilizzazione.

La ginecomastia è al vertice di questi sintomi.

Causa lo sviluppo del seno negli utenti maschi.

E mentre questo problema può portare a qualche derisione dai tuoi amici, dovrebbe essere preso sul serio.

 

 

I sintomi sono facilmente identificabili:

Sviluppo del seno e tenerezza, crescita sotto il capezzolo, dolore al petto e in gravi casi, ulcere al seno e scarica sanguina dal capezzolo.

Consultare il medico perché i sintomi più gravi possono indicare un possibile cancro al seno.

Per i casi più gravi può essere necessaria una chirurgia ricostruttiva.

Quindi è importante essere vigili, specialmente quando sai che questo può essere evitato in modo semplice e senza restrizioni utilizzando un farmaco collaterale.

 

Arnold e lo steroide Dianabol

La ginecomastia proviene da uno squilibrio ormonale: un surplus di estrogeno causato dall’aromatizzazione di steroidi.

Il grado di aromatizzazione dipende da diversi fattori.

  • Prodotti utilizzati
  • Dosaggi
  • Protezioni

In primo luogo, alcuni steroidi anabolizzanti subiscono un’aromatizzazione minima, mentre altri sono predisposti a aromatizzare.

Gli steroidi “leggeri” come Winstrol non hanno la stessa tendenza ad aromatizzare come gli steroidi “forti” come Dianabol.

E naturalmente non rispettando i dosaggi ti esporrà ancora di più all’aromatizzazione.

 

Quindi avviare un ciclo di steroidi senza considerare un trattamento di supporto, equivale a camminare su una corda senza rete di sicurezza.

Ed è qui dove Nolvadex entra in gioco.

Blocca in modo efficace l’estrogeno dai recettori, impedendo così qualsiasi attaccamento tra i due.

È importante specificare la differenza tra Nolvadex e Proviron in quanto questi due prodotti si completano a vicenda.

A differenza di Proviron, Nolvadex non previene l’aromatizzazione degli steroidi, ma prende il posto dell’estrogeno nei recettori, agendo come un potente scudo.

Inoltre aggiungeremo che Nolvadex può aumentare la produzione di testosterone naturale.

Influisce direttamente l’ipotalamo incoraggiando il rilascio di HGH (ormone della crescita umana) dalla ghiandola pituitaria, che stimola la produzione di testosterone nei testicoli.

Questo vantaggio è più interessante quando si sa che l’assunzione di steroidi anabolizzanti riduce la produzione di testosterone naturale.

Sono anche disposto a includere che Nolvadex ha pochi o nessun effetto collaterale negativo, ma potremo saperne di più in questa sezione.

 

Effetti Negativi di Nolvadex

nolvadex-by-meditech-pharma-20mg-x-30-tablets

Ci sono effetti negativi minimi legati all’utilizzo di Nolvadex come supporto durante un ciclo di steroidi.

Se rispetti il dosaggio consigliato di 20 mg/giorno, allora non sperimenterai effetti avversi in generale.

Una percentuale molto ridotta di utenti può soffrire di nausea o vampate di calore.

Se soffri di nausea, ci sono tonnellate di piccoli trucchi per combatterla.

Bere una bevanda zuccherata, per esempio un soda a temperatura ambiente. Questo rimedio è noto per calmare la nausea.

Lo zenzero è anche un vecchio rimedio per la nausea, probabilmente il più efficace di tutti. Preparare un’infusione: prima sbucciate un pezzo di radice di zenzero, quindi taglialo o macinalo su un cucchiaino da tè. Lascia in infusione per 10 minuti in una tazza di acqua bollente coperta. Puoi bere l’infusione calda o leggermente raffreddata. In assenza di zenzero fresco, puoi mangiare dei biscotti allo zenzero o mordicchiare un pezzo di zenzero candito.

La menta piperita segue da vicino lo zenzero per calmare lo stomaco. È possibile utilizzare sacchetti di tè o foglie sfuse per preparare un’infusione. Prendere una tazza calda ogni volta che senti la nausea.

Preparare uno sciroppo con mezza tazza di zucchero raffinato e un quarto tazza d’acqua. Scaldare in una casseruola a fuoco medio fino a che lo zucchero non sia completamente sciolto. Far raffreddare a temperatura ambiente e prendere uno o due cucchiaini da tè, se necessario.

Le utenti femminili possono verificare un ciclo mestruale interrotto.

Anche le donne che utilizzano la contraccezione dovrebbero prestare attenzione.

Effetti collaterali (desiderati o meno) possono apparire fino a 9 mesi dopo.

 

Poiché Nolvadex è un antiestrogeno, contrasterà l’estrogeno nelle pillole contraccettive. Ciò significa che le donne possono rimanere incinte se non utilizzano una forma di protezione non ormonale.

Il dosaggio consigliato è di 20 mg al giorno, ma alcuni utenti con predisposizioni per la ginecomastia o trattamenti di steroidi di grandi dimensioni possono prendere da 30 mg a 40 mg al giorno.

 

Quando Nolvadex viene utilizzato in un contesto medico, che è completamente diverso da un trattamento collaterale per un ciclo di steroidi, si possono osservare effetti collaterali come la diminuzione della libido.

Dal momento che medicalmente Nolvadex viene utilizzato principalmente in grandi dosi per combattere il cancro al seno, è normale che questi effetti collaterali riguardino prevalentemente le donne.